Cerca nel sito
Chiudi
Prestazione

Fisiochinesiterapia

Dove
Milano, Monza e dintorni
Bologna
Brescia
Bergamo e dintorni
Vigevano
Roma

Se sei in possesso di una prescrizione medica puoi accedere direttamente alla terapia, altrimenti prenota una Seduta di Valutazione Percorso Fisioterapico. Se stai prenotando per un utente fino ai 16 anni seleziona FISIOTERAPIA PEDIATRICA.

Che cos’è la fisiochinesiterapia?

La fisiochinesiterapia (o fisiokinesiterapia, FKT) è una delle tecniche riabilitative della fisioterapia. Si tratta di una terapia fisica che mira a favorire il recupero funzionale di muscoli e articolazioni in seguito a un trauma o un intervento chirurgico. L'obiettivo della fisiochinesiterapia è la completa riabilitazione della parte interessata, favorendo gradualmente il recupero e il ritorno alle normali attività quotidiane o sportive. 

Quando è utile la fisiochinesiterapia? 

La fisiochinesiterapia è utile per curare traumi di varia entità a carico muscoli e articolazioni, ma non solo: è utile per prevenire gli infortuni e per la rieducazione posturale. 

Tra le patologie più comuni che richiedono la fisiochinesiterapia troviamo: 

La fisiochinesiterapia è utile anche a seguito di patologie cardiovascolari, respiratorie o neurologiche, ad esempio a seguito di un ictus o un indebolimento dei muscoli toracici a seguito di un’immobilizzazione prolungata. 

Come si svolge la fisiochinesiterapia? 

La fisiochinesiterapia viene svolta tramite terapie manuali ed esercizio terapeutico da parte del fisioterapista. La fisiochinesiterapia può essere passiva oppure attiva:

  • fisiochinesiterapia passiva: il lavoro è a carico del terapista che esercita particolari tecniche manuali  (manipolazioni, massaggi) o strumentali per gestire efficacemente il movimento della parte del corpo interessata. Questa è generalmente la prima fase del protocollo riabilitativo. 
  • fisiochinesiterapia attiva: qui il fisioterapista svolge un ruolo di supervisione, mentre il paziente partecipa attivamente eseguendo una serie di esercizi previsti dal proprio piano riabilitativo. Questa fase prevede un’autonomia dei movimenti da parte del paziente. 

La fisiochinesiterapia può avvalersi anche di tecniche strumentali, come: 

  • onde d’urto, che stimolano la rigenerazione dei tendini e del tessuto osseo (eseguite da un medico specialista)
  • tecarterapia, che si basa sull'utilizzo di radiofrequenze in grado di stimolare risposte biologiche nei tessuti, tra cui la riduzione dell'infiammazione
  • ultrasuoni, che produce benefici grazie alla penetrazione delle onde sonore
  • ionoforesi, che sfrutta la carica elettrica a bassa intensità per somministrare alte concentrazioni di farmaco per via transdermica
  • magnetoterapia, che sfrutta l’energia elettromagnetica a scopo terapeutico per stimolare la rigenerazione dei tessuti
  • elettrostimolazione muscolare, che prevede l'attivazione muscolare tramite l’invio di impulsi elettrici 

Quanti cicli di fisioterapia si possono fare?

I cicli di fisioterapia sono strettamente individuali e personalizzati e sono stabiliti all’interno del PRI (progetto riabilitativo individuale). Per ottenere risultati si prevedono generalmente dalle 4 alle 10 sedute della durata di 30 minuti, ma è necessario seguire scrupolosamente le indicazioni del medico o del fisioterapista. 

Come si accede a una seduta di fisiochinesiterapia?

Prima di accedere a una seduta di fisiochinesiterapia è fondamentale andare a indagare le cause del dolore tramite una visita fisiatrica. Sarà infatti il medico fisiatra a prescrivere eventuali ulteriori esami di approfondimento (diagnostica per immagini), a stabilire una diagnosi e a redigere, quando necessario, un progetto riabilitativo individuale. 

Visita Fisiatrica  

Se hai già una prescrizione medica per la fisiochinesiterapiapuoi accedere direttamente al trattamento.

Esistono controindicazioni alla fisiochinesiterapia?

Le controindicazioni alla fisioterapia esistono nel momento in cui c’è un errore nella diagnosi, per questo è importante prima di iniziare il trattamento rivolgersi a un medico specialista (il fisiatra o l’ortopedico). Alcune terapie strumentali sono controindicate per le donne in gravidanza e i portatori di pacemaker cardiaco, per cui è fondamentale confrontarsi con uno specialista prima di iniziare le seduta.

Fisiochinesiterapia: quanto costa?

La prestazione Fisiochinesiterapia al Santagostino costa 35euro.

Specialità

  • Fisioterapia e riabilitazione
  • Fisioterapia e riabilitazione
  • Fisiatria

Equipe

Arianna
Albertini
Sara
Alessandro
Simone
Barbieri
Daniele
Barboni
Marco
Bellasio
Fabio
Borghi
Paolo
Clementi
Serena
Colombo
Anna
Conti
Elisa
Devoto
Alessio
Evangelisti
Anna
Franchi
Camilla Maria Acqua
Gianfelici
Gaia
Guidi
Claudia
Lafortezza
Matteo
Mai
Giovanni
Marchetti
Andrea
Niciforo
Marco
Nigro
Carola
Pozzoli
Lorenzo
Privitera
Domenico
Romano
Esther
Sancho
Filippo
Siragusa
Alessandro
Spinelli
Andrea
Stigliani
Chiara
Testin
Gaia
Toloni
Greta
Tonelli
Daniele
Trentin
Danilo
Varracchio
Andrea
Vitagliano
Andrea
Zamuner