Cerca nel sito
Chiudi
Prestazione

Dito A Scatto

Contattaci per verificare la disponibilità della prestazione nella tua area

Note di preparazione

Se la prenotazione e' per una persona minorenne, e' necessaria la presenza di entrambi i genitori. Se uno dei due non riuscisse a esserci, dovra' compilare il modulo di consenso, che sara' consegnato in sede dall'altro genitore. Clicca qui

Che cos'è il dito a scatto?

Il dito a scatto, noto anche come tenovaginite stenosante, è una condizione comune che colpisce soprattutto persone tra i 50 e i 60 anni, sia uomini che donne. Si manifesta quando un dito rimane bloccato in una posizione flessa e poi si sblocca improvvisamente, spesso con una sensazione di scatto o blocco. I pollici e il dito anulare sono i più colpiti, e la mano destra è solitamente più coinvolta rispetto alla sinistra.

Quali sono le cause del dito a scatto?

Nella maggior parte dei casi, la causa del dito a scatto è sconosciuta, anche se l'uso ripetuto e vigoroso della mano o un trauma possono contribuire allo sviluppo del problema. Alcune condizioni mediche come il diabete, la gotta e l'artrite reumatoide possono anche essere coinvolte.

Il dito a scatto si verifica a causa di un restringimento della guaina flessoria o di una sporgenza del tendine a livello della puleggia A1, che causa dolore e limitazioni nei movimenti. Questo processo patologico comporta un cambiamento nel tessuto della puleggia A1, da un modello normale di fasci di collagene a un tessuto fibroso irregolare con deposizione di sostanze come acido ialuronico, solfato di condroitina e proteoglicani.

Quali sono i sintomi del dito a scatto? 

I sintomi del dito a scatto possono variare e includono:

  • dolore
  • sensazione di incastramento e sensibilità intorno alla puleggia A1
  • difficoltà nel muovere il dito, soprattutto quando lo piegano o al mattino.

Questo può manifestarsi come un incastramento occasionale o un blocco persistente, rendendo difficile svolgere le normali attività quotidiane. Anche se il problema si verifica nella parte interna della mano, alcuni pazienti avvertono dolore sulla parte superiore delle dita vicino all'articolazione interfalangea prossimale.

In che cosa consiste l’intervento per il dito a scatto?

Quando il dito rimane bloccato o incastrato in una posizione flessa, potrebbe essere necessaria un'operazione chiamata tenolisi flessori, che consiste nel rilascio della puleggia A1. Si tratta di una procedura breve eseguita in day surgery, senza necessità di ricovero ospedaliero. L'intervento avviene sotto anestesia locale e dura circa 15 minuti.

Cosa fare nei giorni seguenti all'intervento?

Dopo la chirurgia, i pazienti possono tornare a casa lo stesso giorno. Possono sperimentare un po' di dolore e gonfiore iniziale, ma tendono a migliorare rapidamente. È importante eseguire con delicatezza movimenti del dito e seguire gli esercizi consigliati, evitando sforzi eccessivi per alcune settimane. Dopo 3-6 settimane, la cicatrice tende ad ammorbidirsi e il dito recupera la sua funzionalità normale. In sintesi, l'operazione mira a liberare il dito bloccato, consentendo un movimento senza ostacoli.

Dito A Scatto: quanto costa?

La prestazione Dito A Scatto al Santagostino costa da 1300 euro .

Equipe

Marina
Faccio
Sala Cenisio
Medico Sala Cenisio
Michele
Risi
Giovanni
Spadoni