Cerca nel sito
Chiudi
Prestazione

Fondo Oculare

Dove
Milano, Monza e dintorni
Bologna e Imola
Bergamo e dintorni
Roma
Busto Arsizio

Ti consigliamo di portare con te la prescrizione medica.

Note di preparazione

Non indossare le lenti a contatto nelle 24 ore precedenti.

Che cos'è il fondo oculare?

Il fondo oculare è un esame effettuato a fini diagnostici, che viene prescritto da un oculista e consente di avere un quadro completo di tutte le strutture fisiologiche che si trovano all’interno del bulbo oculare.

Questo esame è noto anche come fundoscopia o oftalmoscopia, in quanto per eseguirlo viene utilizzato uno strumento che si chiama oftalmoscopio. Per riuscire ad avere una visione chiara di tutte le strutture interne, al paziente viene messo del collirio midriatico che serve a dilatare le pupille

Il fondo oculare non comporta particolari controindicazioni e non necessita di specifica preparazione. Viene effettuato ambulatorialmente, in quanto esame diagnostico di routine.Alcuni pazienti potrebbero accusare un leggero fastidio a causa della luce che proviene dalla lampada a fessura dell’oftalmoscopio.

Cosa si vede con il fondo oculare?

Attraverso l’esame del fondo oculare, l’oculista può visionare le strutture dell’occhio che includono la retina, il nervo ottico e il corpo vitreo. In questo modo, potrà diagnosticare l’eventuale presenza di diverse malattie oculari o verificarne la loro evoluzione nel tempo.

Perchè si fa l'esame del fondo oculare?

Come abbiamo accennato, l’esame del fondo oculare viene prescritto come supporto diagnostico di varie patologie oculari che possono coinvolgere il nervo ottico, la retina o il vitreo. Il fondo oculare, di conseguenza, è richiesto nel momento in cui l’oculista abbia il sospetto che il paziente soffra di malattie vascolari a carico della retina quali ad esempio:

  • occlusioni arteriose o venose della retina
  • retinopatia diabetica
  • otticopatia ischemica

Il fondo oculare può essere eseguito anche in caso di maculopatie, per verificare un eventuale distacco di vitreo o emorragie che coinvolgono questa struttura, quindi anche possibile distacco della retina o eventuali degenerazioni che la coinvolgono.

Altre condizioni cliniche a carico dell’occhio per le quali l’oculista può effettuare il fondo oculare sono:

  • neuropatie ottiche
  • edemi della papilla ottica
  • glaucoma

Il fondo oculare può non essere prescritto solo dall’oculista, ma può essere richiesto anche da medici di altre specialità, nell’ambito di percorsi diagnostici di malattie sistemiche che coinvolgono anche le strutture dell’occhio.

Come si esegue l'esame del fondo oculare?

Il fondo oculare è un esame che viene eseguito dall’oculista, il quale si serve dell’oftalmoscopio o, in generale, di strumenti dotati di fonti luminose e lenti per la messa a fuoco di una immagine. 

L’oculista fa appoggiare il mento del paziente su un piano, ponendo poi una lente davanti all’occhio da esaminare. La lente, in alcuni casi, può essere applicata direttamente sull’occhio e, in tale eventualità, prima di eseguire l’esame, vengono applicate all’occhio del paziente delle gocce di collirio anestetizzante. Nel corso dell’esame, invece, può essere utilizzato un gel applicato tra occhio e lente a contatto.

Per garantire all’oculista la possibilità di vedere al meglio tutte le strutture oculari del paziente, è necessario far dilatare le pupille. Per ottenere questa condizione, nota come midriasi, viene instillato del collirio midriatico nell’occhio del paziente circa una ventina di minuti prima che venga effettuato l’esame.

In casi più rari, viene utilizzato in combinazione anche un collirio che impedisce - solo temporaneamente - l’accomodazione dei muscoli ciliari. A causa dell’applicazione del collirio midriatico, il paziente potrebbe accusare difficoltà nella visione - soprattutto da vicino - maggiore sensibilità alla luce forte e offuscamento della vista per alcune ore.

Quando dura l'esame del fondo oculare?

L’esame in sé del fondo oculare ha una durata di circa dieci minuti. I tempi si allungano solitamente per via dell'instillazione del collirio midriatico che richiede una ventina di minuti perché faccia effetto.

Perchè l'oculista mette le gocce per dilatare la pupilla?

La dilatazione delle pupille è utile all’oculista per osservare e valutare le aree periferiche della retina, eventuali degenerazioni delle strutture, rotture o fori.

Quanto dura l'effetto delle gocce per dilatare le pupille?

Il collirio midriatico, applicato per far dilatare le pupille del paziente, ci mette circa venti minuti a fare effetto e la sua azione dura per un paio d’ore, provocando come detto offuscamento della vista e maggiore sensibilità alla luce. Si consiglia, quindi, di venire all’esame accompagnati e di non guidare l’automobile o altri mezzi.

Fondo Oculare: quanto costa?

La prestazione Fondo Oculare al Santagostino costa da 33 euro . Attenzione: il prezzo minimo indicato può variare in alcune città.

Specialità

  • Oculistica

Equipe

Rosa Bianca
Bigioni
Marisa
Bruno
Filippo
Cambieri
Giuseppe
Carlevaro
Edoardo
Cavallero
Magdalena
Cortes
Laura Maria
Del Grande
Arturo
Di Biase
Giovanni
Di Giulio
Maria Federica
Dieci
Fatima Zahra
El Achari
Piera
Greco
Camillo
Gritti
Fereshteh
Khaki Sahneh
Luca
Lamonica
Assunta
Liguori
Claudio
Magni
Fabiana
Mallone
Jessica
Marchiori
Giovanni
Marra
Haitham
Messelhi
Rossella
Miceli
Daniela
Minetti
Paolo
Montanari
Maria Orsetta
Perfetti
Rossana
Petronio
Ieva
Povilaityte
Mary
Romano
Nicola
Simini
Elisabetta
Tizzani
Daniela
Torsello
Michele
Trematerra
Enrica
Zola