Cerca nel sito
Chiudi

TSH (Ormone Tireostimolante)

Il TSH, chiamato anche ormone tireostimolante, o tireotropina, è un ormone che va a stimolare direttamente l’attività della tiroide favorendo l’assorbimento dello iodio e la liberazione nel sangue degli ormoni T3 e T4.

Nome

Tireotropina

Codice regionale

90.43.5

Perché fare il test del TSH?

Questo test viene prescritto nel caso in cui debbano essere diagnosticate patologie tiroidee e anche per monitorare i pazienti affetti da ipertiroidismo e ipotiroidismo.

Il TSH è l’esame che viene fatto per valutare la funzionalità della tiroide, infatti il rilascio di tireotropina è inibito dagli ormoni tiroidei che circolano nel sangue e quando sono presenti in concentrazioni adeguate, l’ipofisi permette una diminuzione nella produzione di TSH.

Quando fare il test del TSH?

È necessario fare il test nel momento in cui si presentino sintomi riconducibili all’ipertiroidismo e all’ipotiroidismo, nel momento in cui si ha un ingrossamento della tiroide con gozzo tiroideo ben visibile, nel caso in cui si riscontri la presenza di un nodulo tiroideo (cisti solida o con liquido) e nelle persone già in trattamento per questo tipo di patologie.

Campione richiesto per il test del TSH?

Campione di sangue venoso prelevato direttamente dal braccio o, nel caso dei neonati, può essere prelevata qualche goccia di sangue dal tallone.

Contenitore utilizzato: provetta con tappo giallo o rosso.

Preparazione

L’esame richiede una preparazione preliminare. Nella determinazione del TSH può influire anche l’assunzione di farmaci, integratori o multivitaminici. Proprio per questo motivo è necessario avvisare il medico di quello che si assume quotidianamente. Per chi è in trattamento con ormoni tiroidei, è necessario eseguire il prelievo prima dell’assunzione quotidiana del farmaco.

Serve il digiuno?

, è consigliabile che il paziente si presenti a digiuno per effettuare l’esame.

È opportuno fare questo esame di prima mattina?

Sì, è consigliabile che l’esame venga effettuato di prima mattina.

In cosa consiste l’esame del TSH?

L’ormone tireostimolante (TSH), o tireotropina, è un ormone peptidico che viene prodotto dall’ipofisi anteriore, piccola ghiandola che si trova alla base del cranio. Il rilascio di TSH dall’ipofisi è sotto il controllo di un altro ormone, il TRH (fattore di rilascio della tireotropina), prodotto e rilasciato dall’ipotalamo

Il TSH va a stimolare la ghiandola tiroidea nella produzione di ormoni come la tiroxina (T4) e la triiodotironina (T3), che vanno a regolare i nostri processi metabolici. La tiroxina è la forma inattiva degli ormoni, attivata poi nella triiodotironina nel fegato e in altri tessuti.

Il giusto funzionamento dell’ipotalamo, dell’ipofisi e della tiroide assicura la corretta concentrazione ematica degli ormoni tiroidei. Ed è per questo motivo che andando a misurare il TSH possiamo valutare la funzionalità o meno della tiroide.

Se si riscontra un valore di TSH alterato, a quel punto si andrà a misurare la concentrazione di T4 libera, poi del T3 e infine degli anticorpi tiroidei.

Cosa sappiamo con questo esame del TSH?

Andando a misurare il TSH, il T4 ed eventualmente anche il T3, possiamo:

  • Nel caso in cui si presentino già dei sintomi, diagnosticare un’alterazione tiroidea
  • Monitorare i trattamenti per la cura da ipotiroidismo e ipertiroidismo
  • Valutare la funzionalità dell’ipofisi
  • Fare uno screening neonatale

Quando viene prescritto il TSH?

Il TSH viene prescritto quando si hanno i sintomi di ipertiroidismo e ipotiroidismo o nel caso di comparsa del gozzo.

Tra i sintomi dell’ipertiroidismi abbiamo:

Tra i sintomi dell’ipotiroidismo abbiamo invece:

  • Aumento ponderale
  • Stitichezza
  • Intolleranza al freddo
  • Secchezza della cute
  • Gonfiore della cute
  • Perdita dei capelli
  • Anche in questo caso, nelle donne, il ciclo mestruale diventa irregolare

Utile da sapere 

Multivitaminici, integratori (per capelli, unghie e pelle) e farmaci da banco possono alterare i valori del test. Tra questi la biotina e la vitamina B7.

La misura del TSH, T4 e T3 rappresentano lo specchio di quello che accade all’interno di un organismo dinamico. I loro risultati infatti dipendono da variabili quali: