Cerca nel sito
Chiudi

Colesterolo totale, in cosa consiste e perché farlo

Il colesterolo è uno steroide (una molecola) che risulta fondamentale per la vita ed è un elemento essenziale nelle membrane di tessuti e organi.

Nome  

Colesterolo totale

Altri nomi

Colesterolo

Codice regionale

90.14.3

Perché fare il test del colesterolo totale?

Questo test misura il colesterolo totale, che include il colesterolo buono e quello cattivo, e viene trasportato dalle lipoproteine nel sangue. Mantenere il suo valore nella norma è necessario per una buona salute e per evitare eventuali depositi sottoforma di placche nelle pareti dei vasi sanguigni.

La formazione di queste placche può portare a un restringimento e a un eventuale blocco del lume vasale, portando ad aterosclerosi e a eventuali problemi di salute come infarti e ictus.

Quando fare il test?

La colesterolemia totale è un test che viene eseguito insieme ad altri esami di routine e viene prescritto soprattutto a chi presenta uno o più fattori di rischio nello sviluppare una malattia cardiovascolare, come ad esempio:

Campione richiesto per il colesterolo totale?

Il campione di sangue può essere prelevato dalla vena del braccio oppure si può fare la misurazione delle HDL anche da una goccia di sangue ottenuto andando a pungere la punta di un dito.

Contenitore utilizzato: provetta con tappo rosso.

Preparazione

L’esame richiede una preparazione prima del prelievo di sangue. È necessario per chi sarà sottoposto al test, un digiuno precedente al prelievo dalle 9 alle 12 ore. È permesso solamente bere. In ogni caso è utile confrontarsi con il proprio medico curante, perché a seconda del quadro clinico del paziente, verranno fornite le giuste informazioni.

È opportuno fare il colesterolo totale di prima mattina?

, perché il paziente prima di eseguire il test deve seguire un digiuno di 9 – 12 ore.

Cosa sappiamo con il test per il colesterolo totale?

Con questo esame di routine e di controllo, possiamo capire lo stato di salute in cui verte la persona che lo esegue. I risultati di questo test possono essere suddivisi in tre categorie di rischio:

  • Desiderabile: il valore del colesterolo é sotto i 200 mg/dL (5.18 mmol/L) e indica un basso rischio di malattia cardiovascolare
  • Borderline – alto: tra i 200 e i 239mg/dL (5.18 – 6.18 mmol/L) indica un rischio moderato. In questo caso è possibile andare a vedere nello specifico se il colesterolo alto sia dovuto a un aumento del colesterolo buono (HDL alte) o del colesterolo cattivo (LDL alte)
  • Rischio alto: il valore del colesterolo risulta più alto o uguale a 240 mg/dL (6.22 mmol/L) e viene considerato un valore ad alto rischio. Anche in questo caso è possibile effettuare test per comprendere l’origine del colesterolo alto

Utile da sapere

Il valore del colesterolo può variare da un mese all’altro del 10% e questa variabilità biologica è legata al metabolismo umano.